Top Panel
FacebookTwitterLinkedIn
A+ R A-

X Festival Dei Borghi

Il Club dei borghi più belli d’Italia è stato costituito nel marzo del 2001 su impulso della Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (ANCI). Questa iniziativa è sorta dall’esigenza di valorizzare il grande patrimonio di Storia, Arte, Cultura, Ambiente e Tradizioni presente nei piccoli centri italiani che sono, per la grande parte, emarginati dai flussi di visitatori e dei turisti.

Sono infatti centinaia i piccoli borghi d’Italia che rischiano lo spopolamento ed il conseguente degrado a causa di una situazione di marginalità rispetto agli interessi economici che gravitano intorno al movimento turistico commerciale.
Per questo si è deciso di costituire un Club di Prodotto che raccogliesse le giuste esigenze di quelli amministratori più accorti e più sensibili alla tutela e alla valorizzazione del borgo e che intendessero partecipare con convinzione ad una struttura associativa così importante ed impegnativa.

Il CLUB conta ad oggi 249 Comuni soci così distribuiti, 90 al Nord, 102 al Centro, 56 nel Sud e nelle Isole d’Italia. In Sicilia i Comuni attualmente aderenti sono 18 e precisamente: Castelmola, Castiglione, Castroreale, Cefalù, Erice, Ferla, Gangi, Geraci Siculo, Montalbano, Monterosso, Novara, Palazzolo, Petralia Soprana, Sambuca, San Marco, Savoca, Sperlinga e Sutera.

Per essere ammessi occorre infatti corrispondere ad una serie di requisiti di carattere strumentale, come l’armonia architettonica del tessuto urbano e ka qualità del patrimonio edilizio pubblico e privato, e di carattere generale che attengono alla vivibilità del borgo in termini di attività e di servizi al cittadino.

Occorre inoltre impegnarsi per migliorare continuamente tali requisiti in quanto l’ingresso nel Club non ne garantisce la permanenza se non viene riscontrata una volontà, attraverso azioni concrete, di accrescerne le qualità.

Per questo il Club, che non è stato creato per effettuare una mera operazione di promozione turistica integrata, si prefigge di garantire attraverso la tutela, il recupero e la valorizzazione, il mantenimento di un patrimonio di monumenti e di memorie che altrimenti andrebbe immediatamente perduto.

"Alcune foto Utilizzate in questi album sono di Bartolo Chichi Art & Photo Gallery e dell'artista Laura Crucitti"

La decima edizione del Festival nazionale de “I borghi più belli d’Italia”, secondo il programma è sbarcato a Geraci Siculo venerdì 4 settembre 2015.

E’ Stata la prima volta che la Sicilia ha ospitato la kermesse voluta dal Club dei Borghi più belli d’Italia, finanziata dai tre Comuni Gangi, Geraci Siculo e Petralia Soprana, dall’assemblea regionale siciliana, assessorato regionale turismo, sport e spettacolo e dal Gal Madonie.

Per questo secondo appuntamento, i tre i sindaci dei tre Comuni ospitanti del Festival, come tema hanno scelto “La bellezza dei nostri borghi”; infatti alla kermese ha preso parte anche Vittorio Sgarbi e il segretario dell’assessore regionale Cleo Li Calzi che appunto su un itinerario tra le bellezze siciliane quelle dei Borghi ha voluto presentare un progetto che vede coinvolti tutti e tre i paesi.

Secondo il programma venerdì mattina, alle ore 10, si è svolta l’accoglienza delle delegazioni con la banda musicale, gli sbandieratori e i giullari medievali. A seguire in via Vittorio Emanuele si è svolta la cerimonia di apertura e taglio del nastro degli stand di Ecce Italia e degli espositori locali: “Le Eccellenze Italiane dei Borghi” con i saluti dei rispettivi sindaci, del presidente de “I Borghi più Belli d’Italia Fiorello Primi, e del segretario dell’assessore regionale al turismo Cleo Li Calzi.

In piazza del Popolo: “Geraci capitale della Contea dei Ventimiglia”, il Borgo si è presentato con la: rievocazione storica e presentazione dei sapori e saperi inseriti nel registro delle Eredità Immateriali”.

Dopo un pomeriggio dedicato a convegni, degustazioni, spettacoli, animazione medievale, sbandieratori e giullari di corte, la giornata si è conclusa, in piazza del Popolo, con musiche e danze mediterranee a cura del gruppo “LassatilAbballari” che sono stati apprezzati da tutti gli ospiti e da gran parte della cittadinanza geracese.

Prossimo appuntamento, per l'XI Edizione, il prossimo anno a Roma, la città Eterna, dove tutti i borghi potranno presentare le proprie specialità e potranno mostrarsi al mondo intero. 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Privacy Policy. Per saperne di piu'

Approvo