San Bartolomeo 2015

La devozione geracese per San Bartolomeo è antichissima. Secondo gli studiosi, infatti, è presumibile che risalga addirittura al XII secolo e sia nata grazie agli stretti rapporti economici e culturali tra i Signori di Geraci e la Chiesa di Lipari, la cui abbazia era intitolata all’Apostolo e dove, secondo la tradizione, nel 255 furono traslate le spoglie del Santo.

Inoltre è stato ipotizzato che la reliquia del Santo sia giunta a Geraci proprio tramite i vescovi di Lipari-Patti (Notizie tratte da G. Antista, Architettura e arte a Geraci, XI-XVI secolo, S. Martino delle Scale, Abadir, 2009, pagg. 15-16).

Nel pomeriggio del 22 agosto, il pregiato simulacro ligneo del Patrono (opera risalente ai primi del ‘600 e attribuita alla bottega di Giuseppe Li Volsi di Tusa) viene portato in processione per le vie del nuovo quartiere Sant’Antonio Abate, dove oramai risiede gran parte della cittadinanza geracese.

Nella mattinata del 23 agosto, come da tradizione, il corteo con la statua di San Giacomo, partendo dalla Chiesa Madre, raggiunge la Chiesa di San Bartolo dove avviene il prelievo della statua del Patrono.

Molto suggestivo il cosiddetto “saluto” tra i due Santi, che avviene sul sagrato della Chiesa, per effetto dell’apposito movimento che i portatori dei simulacri fanno fare alle vare.

I fèrcoli così sono stati traslati in Chiesa Madre.

Nella serata del 24 la Solenne Processione per le vie del centro storico.

Festeggiamenti San Bartolomeo 2015 - 22-24 Agosto 2015