Top Panel
FacebookTwitterLinkedIn
A+ R A-

Geraci Siculo, eBook e Pdf Album

Non si visita un borgo come si visita una metropoli. Si rallenta, si privilegia la qualità, le sensazioni, le esperienze. Occorre dimenticare l’ottimizzazione del tempo, tipica del turismo di massa, che deve standardizzare per consumare tutto velocemente. Una visita in un borgo presuppone di entrare in uno stato mentale di accoglienza, condizione che permette di guardare più che vedere, di vivere il posto piuttosto che attraversarlo.

Negli anni recenti è andata aumentando l’importanza del turismo nei borghi, tanto da poter parlare di un prodotto specifico che può contare su un’ampia e diffusa rete di destinazioni che costituisce un elemento caratterizzante l’offerta italiana.

In alcune situazioni lo sviluppo è avvenuto in modo non programmato, dalla scoperta quasi casuale da parte di visitatori, a cui sono seguiti flussi più consistenti di turisti soprattutto in veste di escursionisti, ma anche di residenti sia pure per brevi periodi. Il turismo dei borghi inizia a posizionarsi come un “turismo minore” diverso e per certi versi alternativo rispetto a quello dei grandi flussi del turismo culturale che interessano gli itinerari turistici più famosi.

La domanda nei borghi è prevalentemente di origine interna, mentre i flussi internazionali si orientano verso le grandi città d’arte che costituiscono le mete tradizionali del turismo culturale. Si verifica in questa fase la scoperta da parte dei turisti delle città della provincia e dell’offerta culturale dei borghi apprezzati in quanto richiedono spostamenti più contenuti e rispondono in modo innovativo alle esigenze della domanda alla ricerca di qualcosa di diverso e di innovativo rispetto alle mete tradizionali.

Il turismo rappresenta per queste destinazioni un’opportunità per valorizzare il proprio patrimonio, anche quello meno conosciuto, come ad esempio, l’ambiente o la qualità della vita; un modo per favorire forme di turismo residenziale e non solo escursionistiche, andando ad incidere positivamente sulla riduzione della stagionalità dei flussi e attivando uno sviluppo delle attività economiche e dell’occupazione locale.

Scarica gli eBook Geraci Siculo "A Carvaccata di Vistiamara" e Geraci Siculo la Giostra dei Ventimiglia.

eBook Geraci Siculo "A Carvaccata di Vistiamara" 2011

Scarica l'eBook Caricato su Kobo.com; 

https://bit.ly/3Geraci_Siculo_Ebook_Fotografico_Carvaccata_2011

Scarica l'eBook Caricato su Amazon.it; 

https://bit.ly/2A_Carvaccata_di_Vistiamara_2011

 

eBook Geraci Siculo La Giostra dei Ventimiglia

 

Scarica l'eBook Caricato su Kobo.com;

https://bit.ly/2eBook_fotografico_Giostra_dei_Ventimiglia

Scarica l'eBook Caricato su Amazon.it; 

https://bit.ly/3eBook_Giostra_dei_Ventimiglia

Negli anni più recenti è cominciata una nuova fase del turismo nei borghi; questi non sono più visti come un prodotto di nicchia, minore, ma vengono percepiti invece come “eccellenze” turistiche del nostro Paese, in grado di soddisfare quell’esigenza di conoscenza che diventa fattore sempre più importante nella domanda turistica.

Per aumentare la loro visibilità sul mercato queste realtà ricorrono in modo crescente a processi di integrazione che vedono la messa in “rete” di borghi anche di ambiti territoriali diversi. Si tende ad arricchire la gamma di proposte e di servizi integrando le risorse storiche-culturali con quelle naturali, di tipo enogastronomico e della cultura immateriale. A partire dagli anni 2000 il “borgo” si caratterizza per essere una destinazione con un’elevata vocazione all’ospitalità, che si manifesta in un’attenzione ai temi della qualità, della sostenibilità, dell’accoglienza, della sensibilizzazione e del coinvolgimento dei residenti verso queste tematiche.

Il turista è affascinato dall’atmosfera che si respira nel borgo più che dai singoli monumenti, un’atmosfera determinata dal contesto urbanistico e umano, dalle cose che si possono vedere e fare, dal cibo e dalle opportunità di acquisto di prodotti locali. C’è dunque una progressiva evoluzione dei contenuti ricercati dalla domanda, che tende ad attribuire un valore crescente alle componenti immateriali del prodotto.

Si registra la tendenza sul mercato nazionale ai viaggi di “conoscenza” che generano occasioni di scoperta e di crescita culturale. Un turismo che cerca lo spirito dei luoghi, che ama le relazioni con i residenti, che si auto organizza la vacanza, personalizzando la propria scelta inserendo sia proposte di grande qualità ed eccellenza che vacanze basate sulla semplicità. Questo turista ama vivere il territorio, immergersi nella cultura dei luoghi; andare alla scoperta delle tradizioni locali, dei prodotti del territorio, sentendosi un residente temporaneo che cerca occasioni di socializzazione e di incontro con i residenti e gli altri visitatori. Attualmente il turismo dei borghi si rivolge ad un target di domanda sensibile ai temi propri del turismo slow, del turismo filantropico, del turismo di conoscenza e di quello emozionale.

Scarica gli Album Geraci Siculo La Contea dei Ventimiglia, Geraci Siculo Photo Contest #VisitGeraciSiculo e l'Album Geraci Siculo Venerdì Santo

Album Geraci Siculo La Contea di Geraci Siculo

 

Scarica l'Album; 

http://bit.ly/2PDFLaConteaGeraciSiculo

Album Geraci Siculo Photo Contest #VisitGeraciSiculo

 

Scarica l'Album; 

https://bit.ly/3ContestVisitGeraciSiculo

Album Geraci Siculo Venerdì Santo

 

Scarica l'Album; 

http://bit.ly/2PDFLaConteaGeraciSiculo

Nell’intento di aumentare la propria visibilità e nell’intento di entrare nel grande circuito delle mete turistiche tradizionali, la redazione, della trasmissione “il Kilimangiaro”, celeberrimo programma di viaggi, culture e stili di vita in onda su RaiTRE, in collaborazione con il Club dei Borghi Più Belli d’Italia, rete, sorta nel 2001 per iniziativa dell’ANCI, ha selezionato il nostro borgo come Borgo d’Eccellenza per partecipare alla competizione, giunta all’8°edizione, “Il Borgo dei Borghi” che andrà in onda, a partire dal 8 novembre e fino al 4 aprile 2021, tutte le domeniche, per 20 puntate, dalle ore 16.30 alle ore 18.30 su RAITRE.

Dal 2011, La “La rete de I Borghi Più Belli d’Italia” è un bene storico e culturale del Paese ed ha come oggetto e scopo fondamentali, fare della bellezza l’elemento fondamentale sul quale basare lo sviluppo della comunità locale, diffondere presso l’opinione pubblica nazionale e internazionale la conoscenza delle bellezze della provincia italiana e rendere i pubblici poteri consapevoli della necessità di conciliare il rispetto del patrimonio culturale ed ambientale con la necessità dello sviluppo economico, promuovendo l’occupazione ed il miglioramento della qualità della vita degli abitanti, soprattutto per quanto riguarda i piccoli Comuni.

Il Format Hyeracij Project, ha come primo obbiettivo quello della promozione turistica dell’antico borgo medievale di Geraci Siculo e della presentazione delle bellezze artistiche e architettoniche del paese e del suo territorio attraverso le immagini, i video, le cartoline e i banner al fine di offrire al turista, che sceglie di soggiornare a Geraci, una visione diversa e particolare del paese. Il Format, vuole pertanto essere in primo luogo un invito, aperto a tutti, a vivere le meraviglie del nostro paese, l’architettura e gli spazi abitati, la natura, le tradizioni, gli abitanti e i loro mestieri, il paesaggio e l’ambiente, in una parola a vivere Geraci. 

Geraci Siculo, Guida Hyeracij Project

 

Scarica la Guida in Pdf

http://bit.ly/3GeraciSiculoLaGuida 

Geraci Siculo Miniguida

 

Scarica la MiniGuida

https://bit.ly/3MiniGuida2020

     
 

Scarica la MiniGuida Visit Geraci Siculo

https://bit.ly/2Visit_Geraci_Siculo

Tutti i diritti sono riservati. E’ vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente sito, ivi inclusa la riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma senza previa autorizzazione dell’autore Giacomo Salmeri

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Privacy Policy. Per saperne di piu'

Approvo